Quanto il nostro cervello è imputato sulla percezione del dolore?

Quanto il nostro cervello è imputato sulla percezione del dolore e come comportarsi?
Il Dolore è un’esperienza, modificabile dalle nostre aspettative, dalle nostre convinzioni, dal contesto in cui viviamo; associata ad un danno reale (un evento traumatico acuto) o potenziale senza che ci sia una reale correlazione.

IL DOLORE
Il cervello gioca un ruolo fondamentale nell’interpretazione del dolore, la cui percezione è condizionata da molti fattori:
• Memoria di altre esperienze dolorose;
• Tono dell’umore;
• Emozioni che il dolore ci suscita;
• Capacità di percezione corporea;
• Contesto in cui viviamo;
• Modo in cui interpretiamo il nostro vissuto e la capacità di prendere decisioni.

Anche lo stile di vita influenza il dolore: se il sonno non è buono, se lo stile di vita è sedentario ed è presente un’infiammazione sistemica il cervello ha più difficoltà a inibire gli stimoli nocicettivi.

DOLORE E MOVIMENTO
Molto spesso reagiamo al dolore in due modi:

  • Smettendo di fare tuttò ciò che puo evocare i sintomi
  • Tendono a porre resistenza continuando in modo assiduo le attività senza pausa assumendo antidolorifici o farmaci.
    Entrambe le soluzioni possono dare buoni risultati nell’immediato, ma nel lungo periodo possono avere ripercussioni negative sulla nostra qualità di vita.

QUINDI COME DOBBIAMO COMPORTARCI?
L’attività fisica è una soluzione efficace contro il dolore.
L’approccio deve essere graduale secondo un programma personalizzato e che rispetti alcuni parametri:
• Intensità;
• Dosaggio (tra lavoro e riposo);
• Soglia del dolore da percepire durante un esercizio secondo scale del dolore (da 0 a 10).


Esercizi globali come camminare, fare jogging, correre, ballare, andare in bici sono modi efficienti per migliorare la situazione dolorosa.
Con un dolore costante è necessario affiancare altre soluzioni:
• Terapia manuale;
• Massaggi;
• Mindfulness, meditazione yoga, thai chi;
• Trattamento psicologico al dolore e stress.

L’esercizio non è una soluzione veloce, ma funziona quando è individualizzato, graduale e fatto in modo regolare. Le linee guida consigliano 75 minuti d’attività intensa due volte alla settimana e 150 minuti d’attività moderata alla settimana.

1 pensiero su “Quanto il nostro cervello è imputato sulla percezione del dolore?”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...