LA DIASTASI DEI RETTI

COS’E’ LA DIASTASI DEI RETTI

La Diastasi dei retti addominale consiste nell’allontanamento dei due muscoli retti dalla linea alba (linea centrale).

In gravidanza la diastasi è fisiologica, perché l’addome si distende, per poi tornare alla sua corretta lunghezza nei 6 12 mesi successivi al parto.

Viene considerata Patologica se permane più di 2,5 cm dopo 12 mesi post partum.

COME SONO STRUTTURATI GLI ADDOMINALI

Abbiamo tre strati di addominali:

Trasverso addome: profondo, come un corsetto. Fasci orizzontali che si uniscono anteriormente in una zona ipodensa. Contengono visceri, garantiscono posizione corretta della colonna

Obliqui: interno e esterno, prettamente adibiti per movimenti di rotazione

Retto: fasci verticali.

CAUSE


 La linea alba
è è una struttura aponeurotica situata sulla porzione mediana dell’addome ed è il punto dove si inseriscono tutti i muscoli addominali, quando questa zona è sollecitata da forti stress può cedere e comportare un allontanamento dei retti.


Le situazioni che possono portare a una diastasi sono le seguenti:
La gravidanza;
– Lavori o sport con sollevamento di pesi importanti;
– Presenza di elevato grasso viscerale;
– In seguito a interventi.



SINTOMI

I pz con diastasi possono avere:

Mal di schiena e instabilità lombosacrale;
– Sensazione di instabilità anteriore con fuoriuscita dei visceri, che può aumentare con gli sforzi;
Gonfiore dopo i pasti;
– Disturbi delle funzioni del Pavimento Pelvico;
– Alterazione della body immagine;

COME SI VALUTA


Ecografia  parete addominale: La Diastasi viene considerata patologica da 2,7 cm e grave sopra i 5 cm

Valutazione funzionale: esame palpatorio a seconda del numero di dita inserita tra i retti.
pz supino, con dita sulla parete addominale: sovra peri e sotto ombelicale,
Si chiede di effettuare crunch
si sente la contrazione dei retti ai lati delle dita e si valuta il numero di dita tra i muscoli.


TRATTAMENTO

Intervento riabilitativo:
Si basa su un approccio globale dove si valuta: postura, Muscoli addominali, Pavimento pelvico, Diaframma, Gestione delle pressioni interne e dei movimenti .

Consiste nel ridurre i cm di diastasi con esercizi specifici e ripristinare il funzionamento corretto dei muscoli durante la vita quotidiana e gli sforzi con fine riabilitativo e di prevenzione di recidive.

Trattamento Chirurgico:
 L’approccio chirurgico viene consigliato quando non si ottengono risultati con trattamento conservativo (sopra 6 mesi), Per diastasi > 5 cm, presenza di bulging sopra 3 cm

La riabilitazione risulta fondamentale anche pre e post intervento.

Z-SPORT&REHAB